Strategie di chiusura nel Burraco Reale

di isayblog4 Commenta

Il gioco del Burraco Reale è una variante del Burraco tradizionale che, per le sue regole di gioco, rende solitamente le partite più lunghe e più difficili.

Questo accade in quanto il giocatore, o la coppia, per poter chiudere devono necessariamente aver realizzato un burraco pulito e non devono scartare una pinella come ultima carta.

Se, nel Burraco tradizionale, arrivare alla chiusura può essere molto difficile, con l’inserimento di queste due condizioni, l’obiettivo si fa ancora più distante ma. Per certi versi, ancora più stimolante.

Quindi, bisogna sapere come gestire le proprie carte per vincere una partita.

Nel Burraco Reale c’è la possibilità di accumulare più punti per ogni mano rispetto al Burraco tradizionale. Infatti, oltre al Burraco sporco e al Burraco pulito si possono si possono fare anche dei Burraco Reale e dei Burraco nobili.

Per questo la chiusura è un obiettivo che può essere anche posticipato. Se i nostri avversari hanno ancora parecchie carte in mano, continuare a prendere carte dal tallone o dal monte scarti è sicuramente molto utile se si vogliono accumulare più punti.

È invece meglio affrettarsi a chiudere se i nostri avversari non hanno ancora preso il pozzetto, anche se noi non abbiamo accumulato tantissimi punti con i giochi calati. Così facendo, però, saremo avvantaggiati, nel conteggio dei punti, dai 100 punti di penalità che risultano dalla mancata presa del pozzetto.

Un secondo caso in cui è meglio tentare di arrivare alla chiusura nel minor tempo possibile è se uno dei nostri avversari ha solo due carte in mano, in quanto, soprattutto se abbiamo di fronte un avversario con una buona esperienza, potrebbe riuscire a prendere il pozzetto senza scartare (in diretta) e fare delle calate che lo porterebbero ad una sicura vittoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>