Il Burraco è questione di tempo

di isayblog4 Commenta

La regola per la quale non esistono strategie sempre vincenti e, allo stesso modo, mosse che vanno sempre evitate rimane sempre valida, ma è anche opportuno conoscere alcuni trucchi che permettono, se usati con la dovuta intelligenza, di risolvere positivamente una partita.

Nel gioco del Burraco non bisogna mai perdere di vista l’elemento del tempo. Ciò vuol dire che ci sono delle priorità che vanno sempre tenute in conto. Conoscendo quali sono e attuando delle strategie che ci porteranno a raggiungere questi obiettivi sapremo sempre cavarcela anche nelle situazioni che potrebbero apparire disperate.

Il primo obiettivo da raggiungere è di prendere il pozzetto, quindi dovremo fare in modo di chiudere la mano calando le nostre carte. Per questo motivo, anche se potrebbe apparire paradossale, risulta più conveniente perdere la possibilità di fare un Burraco piuttosto che rischiare che, mentre tentiamo di accumulare le carte utili a tal fine, i nostri avversari chiudano la mano.

Infatti, se perdiamo del tempo nell’attesa che ci arrivino le carte per la composizione del tanto agognato Burraco, e dei punti previsti per questa scala, i nostri avversari potrebbero adottare la strategia di calare combinazioni di carte più piccole, come per esempio delle sequenze da tre carte, ma che permettono però di chiudere e andare a pozzetto.

Ciò vale a dire che l’accumulo dei punti nel Burraco è una logica che va studiata di partita in partita e adattata alla situazione e alle carte che ci capitano.

Anche per questo motivo, laddove il regolamento adottato lo prevede, potrebbe essere più logico sacrificare un Burraco pulito per ottenerne uno semipulito inserendo una matta nella composizione. In questo modo perderemo, ovviamente i 50 punti di differenza tra i due Burrachi, ma non rimarremo con un jolly o una pinella in mano che ci penalizzerebbero molto in fase di conteggio finale dei punti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>