Il regolamento internazionale del Burraco: come cambiano le regole

di pieroburraco 1

Il Burraco è un gioco di successo non solo in Italia, ma anche nel resto del mondo. Per questo, oltre ai vari regolamenti nazionali, esiste un regolamento internazionale, che viene usato nei tornei che si svolgono a livelli più alti di quelli nazionali.

Rispetto al regolamento che viene maggiormente utilizzato in Italia, che è quello della Fibur (Federazione Italiana Burraco) ci sono tre differenze da considerare.

Obbligo di burraco pulito: il regolamento internazionale prevede che per arrivare alla chiusura finale della partita, la coppia deve aver costruito almeno un burraco pulito.

Sono consentite solo le sequenze: il Burraco internazionale non ammette le combinazioni (scale formate da carte uguali), a meno che queste non siano formate da assi o tre (definite carte estreme).

Si raccoglie solo se si attacca: non è possibile raccogliere il monte scarti se non si utilizzano subito le carte prelevate.

Queste tre differenze influiscono in modo pesante sulle strategie che possono essere utilizzate durante una partita.

Come nella variante dei tornei di Burraco a carte uguali, nel Burraco giocato con le regole internazionali diminuisce molto l’influenza sul risultato della componente della fortuna.

Per riuscire ad accaparrarsi una partita è necessario studiare una tattica di gioco ben definita fin dalle prime mosse e capire quali siano le carte su cui è meglio concentrarsi e quali, invece, lasciar perdere.

Questo comporta che i giocatori devono essere particolarmente abili nella memorizzazione delle carte che escono e di quelle, soprattutto, che sono in mano al compagno. Solo in questo modo si possono costruire i giochi già nel proprio ventaglio.

Commenti (1)

  1. non trovo indicazioni sul conteggio punti quando il pozzo termina prima della chiusura del gioco: si pagano i punti in mao e il mazzetto non preso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>