Comunicazione, i termini del Burraco

di isayblog4 Commenta

Capirsi senza parlare

Il regolamento del Burraco impedisce ai giocatori di parlare tra di loro, sia che la comunicazione avvenga durante il proprio turno di gioco o al di fuori di questo.

Molti dei regolamenti (si usa il termine al plurale in quanto, anche se molto simili, ogni federazione di Burraco ha un suo codice), inoltre hanno anche delle precise indicazioni su quali sono i comportamenti che potrebbero essere passibili di penalità perché considerati un modo per comunicare come, ad esempio, il posizionamento della pinella.

Esistono comunque diversi modi in cui la coppia può comunicare, che non prevedono l’uso della comunicazione verbale, ma che si intuiscono in base alle mosse che si fanno nel corso della partita.

Il gesto più comunicativo del Burraco è sicuramente lo scarto, soprattutto quelli che vengono fatti nei primi giri, quando ancora non si è ben definita la situazione del tavolo. Per esempio, se uno dei due compagni scarta un fiori, di qualsiasi valore, il compagno non dovrebbe aprire nessun gioco con quel seme, perché lo scarto dovrebbe far capire che il giocatore in questione non ha altre carte dello stesso colore.

In secondo luogo, i compagni possono comunicare tra di loro in base alla raccolta o meno del monte scarti e il successivo utilizzo delle carte in esso contenute. Se uno dei due partecipanti raccoglie dal monte sempre quando ci sono delle carte di quadri, molto probabilmente starà costruendo un gioco con quel seme.

Per avere una comunicazione efficace tra giocatori e fare in modo che questa sia fruttuosa in termini di gioco, questa va preparata e concordata prima della partita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>