Perché i pozzetti si fanno con le carte del fondo del mazzo?

di pieroburraco Commenta

Tra le tante regole del Burraco ce n’è una che, anche se ormai è entrata nell’uso comune e non sembra poi così strana, spesso sollecita la curiosità dei giocatori alle prime armi che non capiscono il motivo per cui nella composizione dei pozzetti si debbano usare le carte prelevate dal fondo del mazzo.

Andiamo con ordine. In ogni partita di Burraco c’è un mazziere che è preposto alla distribuzione delle carte. Prima di questo, però, il mazziere deve mescolare i due mazzi e far tagliare al giocatore alla sua sinistra: questo giocatore, con le carte che ha tagliato, deve comporre i due pozzetti da 11 carte che saranno poi posti sul tavolo.

Nella composizione il giocatore deve prendere le carte dal fondo del mazzo e distribuirle alternativamente tra i due pozzetti che sta formando.

Ma come mai le carte si devono prendere dal fondo?

La ragione di questa regola è di ordine prettamente pratico: nel caso non corretta composizione dei pozzetti si può rimediare all’errore compiuto senza cambiare la distribuzione delle carte già distribuite dal mazziere. Infatti ci si può accorgere di un errore nei pozzetti solo quando questi sono presi da un giocatore e non prima.

Quando questa situazione si presenta, sia che nel pozzetto in questione ci siano carte mancanti o carte eccedenti, la situazione sarà risolta o prelevando una carta da sotto il tallone o riponendoci quella eccedente.

In questo modo non c’è nessuna alterazione dell’andamento del gioco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>