Burraco come hobby: un piccolo vademecum

di Valentina Cervelli Commenta

Spread the love

Proviamo a pensare al burraco non come un classico gioco di carte ma come a un hobby da perseguire: cosa cambierebbe nel nostro approccio se iniziassimo a vederlo sotto n altro punto di vista?

Burraco come hobby: divisa e manuali

Spieghiamo meglio: difficilmente quando giochiamo una partita a burraco abbiamo bisogno di specifico vestiario o accessori come in realtà necessiteremmo se ci mettessimo a costruire qualcosa o a intagliare il legno. Se il burraco fosse un hobby come tanti altri cosa faremmo?

Prima di tutto compreremmo manuali in grado di perfezionare la nostra tecnica: effettivamente questo già accade per ciò che riguarda il gioco, dato che in commercio esistono molti libri scritti da giocatori conosciuti e teorici di questa attività che, forti dei loro risultati, dispensano consigli.

La seconda cosa che faremmo è quella di pensare all’outfit più adatto per giocare: nel caso del burraco deve essere qualcosa che consente di rimanere freschi d’estate e caldi d’inverno, che possa favorire il movimento di mani e braccia e che consenta a chi lo indossa di poter rimanere seduto a lungo con comodità. Si può addirittura pensare a qualcosa di coordinato per le coppie di giocatori di lunga data, con un scritta che rappresenti il nome della squadra sulla schiena.

Attrezzatura e accessori per il burraco

Burraco come hobby: come regolarsi con l’attrezzatura e gli accessori? Sempre comparando questo noto gioco di carte a una attività manuale una volta trovato il giusto “completo di lavoro” è importante dotarsi anche del resto.

Per prima cosa serve un tavolo da lavoro: un tavolo rotondo o quadrato di piccole-medie dimensioni può fare al caso vostro. Il consiglio è quello di ricoprirlo con la classica tovaglia verde da gioco in modo tale che non vi siano problemi nello svolgimento della partita. Sulla superficie dovrà esservi poggiato solo lo stretto indispensabile: bottiglia di acqua e simili dovrebbero essere evitati.

Passiamo ora alle carte, fattore basilare. Non si può pretendere che a ogni partita si usi un mazzo nuovo (sebbene a causa della pandemia di Coronavirus è praticamente ciò che accade nei circoli che hanno riaperto) ma si può tentare di farne una manutenzione importante comprandole prima di tutto di qualità e poi conservandole con attenzione, senza lasciarle in giro e riponendole nella propria scatola.

In questo caso ci si dovrebbe permettere, almeno inizialmente, di gratificarsi con l’acquisto di kit di carte appositamente creati per i giocatori di burraco: con il passare del tempo si potranno anche sostituire solo i mazzi. Un consiglio: non puntare, in questo caso, sempre al risparmio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>