Come disporre le carte e il primo scarto

di Redazione Commenta

Spread the love

Apro o non apro? Quando si gioca a Burraco è questa la prima domanda che si fa il giocatore di mano. Poi aggiunge i vari: “Tris o scala?”, “Raccolgo o non raccolgo?”. Eppure il dilemma principale del giocare dovrebbe concentrarsi sullo scarto. Ecco per quale motivo.

Lo scarto di una carta buona avvantaggia gli avversari e, alla fin fine, rovina anche il proprio gioco. Per cui questo dello scarto può essere considerato uno dei dilemmi principali del Burraco. Un dilemma difficile da sbrogliare per via delle combinazioni possibili. Si parla di 108 carte di gioco. Sapete immaginare quante possibilità ha un giocatore?

Forse è anche per questo che ci sentiamo di ridimensionare la questione e incoraggiare i neofiti a non perdersi d’animo ma tener conto che è vera l’importanza dello scarto ma è anche vero che un’occasione persa potrebbe diventare qualche mano più in là un’occasione colta al volo.

Possiamo quindi agevolmente passare ad un altro problema: la disposizione delle carte. Sembra un quesito banale ma in realtà dall’organizzazione delle carte, deriva la comprensione semplice del gioco. Se basta un’occhiata per comprendere le proprie possibilità, se risulta semplice individuare chiusure alternative, sarà anche più facile cambiare gioco quando si capisce di essere finiti in un vicolo cieco.

Un buon modo di sistemarle è quello di raggruppare i tris e di affiancare loro le carte utili a costituire una possibile scala. All’estrema destra invece (o a sinistra se siete mancini) potete sistemare le carte da scartare, a partire dalla prima di cui intende liberarvi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>