Glossario del Burraco

di pieroburraco Commenta

 

Per iniziare a giocare a Burraco è necessario conoscere alcuni dei termini fondamentali. Di seguito un piccolo breviario.

BURRACO:
Combinazione di 7 o più carte sequenziali posate a terra.

Si può dividere in:

  • BURRACO SPORCO: combinazione o sequenza di carte ottenuto con l’ausilio di una matta;
  • BURRACO PULITO: combinazione o sequenza di carte senza alcuna matta al suo interno.

COMBINAZIONE:
E’ l’insieme di carte con stesso valore ma con seme differente.

MATTE:
Il Burraco ha due tipologie di matte, carte che possono sostituire una carta qualsiasi allo scopo di ottenere una sequenza o una combinazione e sono:

  • JOLLY: classico jolly delle carte francesi (4 in totale per ogni partita, che si gioca con due mazzi di carte francesi)
  • PINELLA: è il “2”, di qualunque seme (saranno quindi 8 in tutto).

Una matta è definita libera se è posta in fondo ad una sequenza, in questo caso può essere spostata, oppure non libera, ossia posizionata all’interno di una sequenza e quindi impossibile da muovere.

POZZETTO

Sono i mazzi di 11 carte posti sul tavolo all’inizio del gioco, che saranno presi dal primo giocatore che termina le carte a disposizione distribuite di mano.
Si può dividere in:

  • POZZETTO AL VOLO: il mazzo di carte che viene preso al termine del proprio mazzo di carte, senza la necessità di doverne scartare una;
  • POZZETTO CON LO SCARTO: il pozzetto che viene prelevato scartando l’ultima carta che si ha in mano.

SCARTO:
Ogni giocatore è obbligato a scartare una carta alla fine del proprio turno. Le carte scartate vanno posizionate scoperte sul tavolo da gioco e possono essere utilizzate dagli altri giocatori.

SMAZZATA:
Ogni singola mano da cui è composta una partita.

SEQUENZA:
Rappresenta l’insieme di carte dello stesso seme in ordine sequenziale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>