E se nessuno chiude?

di isayblog4 Commenta

Quando durante una partita di Burraco si incontrano persone che giocano più o meno allo stesso livello può capitare che nessuna delle due linee riesca ad andare a chiusura.

Infatti, se le coppie in gara hanno lo stesso livello per quanto riguarda la conoscenza delle regole del gioco e delle migliori strategie da mettere in atto, solo se una delle due è particolarmente fortunata o ha un guizzo in più la partita si concluderà con la chiusura, altrimenti, ed è una cosa che succede molto spesso, la partita si conclude con la fine delle carte a disposizione.

Anzi, per essere più precisi la partita in questione si concluderà quando sul tallone sono rimaste solo due carte (cioè il gioco si ferma con la pesca da parte di uno dei giocatori della terzultima carta).

Quando rimangono solo queste due carte non si potranno più neanche utilizzare le carte eventualmente presenti sul monte degli scarti. Questa particolare regola è stata concepita per fare in modo che la partita non sia mai squilibrata. Infatti, le due carte in questione non sarebbero sufficienti a fare un altro giro completo e il gioco sarebbe quindi squilibrato nel suo andamento, perché giocherebbe solo un giocatore per ogni squadra.

È una regola prevista dalla maggior parte dei regolamenti italiani e internazionali del gioco del Burraco, anche se a volte ci può essere qualche variante.

La fine per la mancanza di carte, ovviamente, non accredita a nessuna delle due coppie il bonus di 100 punti per la chiusura, mentre il resto del punteggio si calcola normalmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>