La distribuzione delle carte in torneo

di isayblog4 Commenta

Come tutti i giocatori di Burraco sanno bene in sede di torneo vigono delle regole più rigide rispetto a quelle che ci sono in una normale partita libera.

Questo vale per tutte le fasi del gioco, comprese quelle preliminari come la distribuzione delle carte.

Abbiamo confrontato diversi regolamenti del Burraco (ogni federazione ne ha uno proprio che può variare leggermente rispetto agli altri) e, in linea di massima, si procede come spieghiamo di seguito.

Per prima cosa, dopo che è avvenuta l’assegnazione dei posti in base alla tipologia di torneo, si procede con l’estrazione delle carte che deciderà chi sarà il mazziere della partita. Una volta finito, nella maggior parte dei casi, anche se ci possono essere delle piccole varianti, il giocatore che è stato designato per la formazione dei pozzetti deve mescolare le carte in dotazione prima del mazziere.

Finito questo primo passaggio sarà il mazziere a procedere con una seconda mescola delle carte. A questo punto deve far tagliare il mazzo dal giocatore alla sua destra. Una parte delle carte servirà per la distribuzione ai giocatori – una carta alla volta per ognuno fino ad arrivare a 11- e l’altra parte del mazzo sarà invece utilizzata per la composizione dei pozzetti – anche in questo caso una carta alla volta fino ad 11, il pozzetto terminato per ultimo va posto sotto a quello terminato per primo.

A questo punto i giocatori hanno l’obbligo di contare le carte che sono state distribuite senza guardarle per verificare che siano effettivamente 11.

Al primo round di gioco è l’arbitro a dare il via. A quel punto il mazziere scopre la prima carta del mazzo e la partita inizia. Nei round successivi, una volta che è stata effettuato il conteggio, la mano inizia quando il mazziere scopre la prima carta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>