Perché le carte si prelevano dal fondo del mazzo?

di pieroburraco Commenta

Il Burraco ha delle regole ben precise che definiscono i tempi e i modi per lo svolgimento di ogni fase del gioco. Nel tempo queste regole sono aumentate e, per sanare tutte le differenze e le conseguenti liti che ne sarebbero potute derivare, le associazioni e federazioni operanti in Italia hanno preparato degli appositi codici normativi.

Una delle regole del Burraco che si impara fin dalle prime partite è che le carte per la preparazione dei pozzetti vanno prese da sotto il mazzo che il mazziere ha a disposizione.

Ma questa regola è una tradizione che poi è stata codificata o ha una sua motivazione?

Diversamente da quanto verrebbe immediatamente da pensare c’è una motivazione prettamente pratica. Infatti, questo metodo è stato studiato per fare in modo che, nel caso di errore nel conteggio delle carte, questo possa essere rimediato senza alterare lo stato delle carte già poste sul tavolo da gioco.

Per esempio ci può essere stato un errore nella preparazione del pozzetto da parte del mazziere. Quando un giocatore lo prende e se ne rende conto, la situazione potrà essere facilmente risolta, sia che le carte siano in eccesso o in difetto.

Se il pozzetto ha meno carte del dovuto se ne preleva una, ovviamente, da sotto il tallone. Se invece il pozzetto contiene più delle 11 carte canoniche, le eccedenti, facendo attenzione di prendere quelle che si trovano nella parte superiore, andranno riposizionate sotto al tallone.

Agendo in questo modo tutto viene sistemato senza che il tallone o le altre carte abbiano subito cambiamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>