Burraco, come nasce la passione?

di Valentina Cervelli Commenta

Spread the love

Come nasce la passione per il gioco del burraco? Ovviamente ogni persona è storia a se stante, ma se c’è un fattore che accomuna tutti i giocatori è senza dubbio la forte passione che nasce una volta che lo si impara: quando si fa la sua conoscenza difficilmente si torna indietro.

Talvolta può essere un’amica a far scoccare la scintilla, altre volte un parente: qualsiasi sia il mezzo di primo contatto è la stessa natura del burraco a rappresentare una vera e propria forza attraente. Perché mescola la necessità di utilizzare la testa per mettere a punto strategie con la fortuna che deve risplendere come un sole ardente per consentire alle persone di essere vincenti.  E non bisogna pensare che al burraco ci si avvicini per noia o per solitudine: se si analizza il giocatore di burraco medio, a prescindere dalla sua età, si scoprirà che questo gioco viene scelto per la sua capacità di rilassare e contemporaneamente stimolare in modo corretto alla mente. E questo è valido sia per chi gioca a casa che per chi lo fa online o decide di far parte di un circolo o di una squadra.

Certo, è un gioco che va ammesso è decisamente più apprezzato dalle donne, come avviene con qualsiasi attività sociale. Ma è normale sia così, la curiosità e la dinamicità sono una delle caratteristiche madri del sesso femminile. Ciò non toglie che il burraco non faccia distinzione: colpisce chiunque, spingendo a giocare e a divertirsi in tutta sicurezza in ogni momento.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>