Il Boom del Burraco: da Andreotti a Raoul Bova

di pieroburraco Commenta

Si stima che in Italia il gioco del Burraco coinvolga ormai oltre tre milioni di persone. Proprio per questo, soprattutto negli ultimi anni, sono nate ovunque, dalle grandi città fino ai piccoli paesi di provincia, associazioni, federazioni e club che organizzano e promuovono tornei di Burraco.

Numerose anche le federazioni che si occupano dell’organizzazione dei tornei a livello nazionale.

La FIBUR ha in programma un torneo organizzato insieme alla Sisal, che coivolgerà diverse località italiane tra Novembre e Dicembre.

La FEDIBUR, federazione riconosciuta dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano, organizza sia un Campionato italiano di Burraco che una Coppa Italia, distribuiti su tornei organizzati dai circoli sparsi per tutto il territorio italiano.

Ovviamente anche per il Burraco in rete è possibile trovare centinaia di siti che permettono di giocare on line, rimanendo comodamente a casa propria e comunque con la possibilità di vincere somme anche piuttosto interessanti. Nel caso del gioco on line è bene fare particolare attenzione: le regole del Burraco italiano sono diverse da quelle del Burraco internazionale!

È praticamente impossibile nominare tutti i tornei che si stanno svolgendo in Italia, e anche fuori dai confini nazionali. Tornei che vanno moltiplicandosi con l’avvicinarsi delle feste natalizie.

Il Burraco infatti stimola l’aggregazione e il gioco di squadra, e sembra essere il passatempo ideale nei freddi pomeriggi invernali da passare tra parenti e amici.

A testimoniarlo non solo le tante persone comuni ormai dipendenti da questo passatempo, ma anche volti illustri come Katia Ricciarelli, Raoul Bova e anche Giulio Andreotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>