Smazzata, i termini del Burraco

di isayblog4 Commenta

Le diverse fasi delle partite

Come già evidenziato in altri articoli, esistono due modalità principali di gioco del Burraco: si può giocare in partite libere oppure prendere parte ad un torneo, in cui tutte le partite sono finalizzate alla raccolta dei punti che decideranno, poi, l’ordinamento della classifica.

Quando si parla di partite di torneo si parla anche di una fase di gioco definita smazzata. I tornei, infatti, oltre ad essere suddivisi in turni di gioco, presentano una ulteriore suddivisione: la smazzata.

La smazzata è, come si legge dal Codice di Gara della Fibur – Federazione Italiana Burraco,

La distribuzione delle carte per formare la “mano” dei giocatori compreso il gioco.

Cos’è la smazzata

Per essere più chiari, il termine smazzata indica quel periodo di tempo che inizia con la distribuzione delle carte ai giocatori, quindi successiva al mescolamento e al taglio del mazzo da parte del mazziere e del giocatore alla sua destra, e finisce o con la chiusura da parte di una delle coppie in gara (o di uno dei giocatori se si tratta di Burraco a due giocatori) o con il termine delle carte a disposizione del tallone.

Durante questa fase si alternano i turni di tutti i partecipanti, che sono composti dalla pesca dal tallone o dalla raccolta del monte degli scarti, dalle carte calate sul tavolo e si concludono con lo scarto di una delle carte del ventaglio.

Le smazzate dei tornei

I tornei di Burraco, quindi, si differenziano anche per la quantità di smazzate previste per ogni turno di gioco, che possono essere 2, 3, 4, e 5. Con l’aumentare del livello di bravura dei partecipanti, solitamente, aumenta anche il numero delle smazzate previste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>