La convocazione degli arbitri nei tornei

di isayblog4 Commenta

Abbiamo dedicato una lunga serie di post pubblicati in precedenza ad una analisi abbastanza dettagliata della figura, del comportamento e dei doveri degli arbitri federali associati alla Fibur, la Federazione Italiana Burraco.

> Doveri dell’arbitro chiamato al tavolo – I

> Doveri dell’arbitro chiamato al tavolo – II

Per chi volesse infatti continuare ad approfondire questo argomento o per chi fosse davvero intenzionato ad intraprendere la carriera di arbitro professionale ricordiamo che esiste un testo normativo e un regolamento ufficiale che riportano tutte le informazioni relative allo svolgimento della professione arbitrale. Si tratta del Manuale dell’Arbitro che abbiamo più volte citato e del Regolamento dell’Arbitro.

In questo post, invece, vogliamo semplicemente fornire qualche informazione di carattere terminologico e pratico riguardo il ruolo svolto dai diversi arbitri nei tornei, con particolare riferimento a quelli che saranno organizzati nel corso di questo anno.

Ebbene nei tornei è in genere presente un arbitro capo, che assume quindi il ruolo di direttore di gara, e una serie di arbitri di sala,  che sono quelli che , non presenti presso i tavoli, vengono di volta in volta chiamati dai giocatori per svolgere il loro intervento arbitrale. Vi è infine un arbitro di sala conti.

Per quanto riguarda invece le modalità usate per le nomine e per le convocazioni, la convocazione del direttore di gara e dell’arbitro di sala conti nei tornei del 2013 è libera e senza limitazioni, mentre gli arbitri di sala non possono essere chiamati a dirigere tornei nazionali più di 12 volte nello stesso anno e non più di 4 con lo stesso capo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>