Tranca, una variante del Buraco

di pieroburraco Commenta

Come il Buraco, anche il Tranca è un gioco di carte molto apprezzato nei paesi dell’America Latina. Si tratta di una variante del gioco originario che, come successo per lo sviluppo di quello che oggi in Italia è riconosciuto come Burraco, ha avuto delle modifiche e dei cambiamenti nel corso del tempo.

A differenza, però, del Burraco italiano, il Tranca non ha un regolamento codificato e riconosciuto. Cerchiamo allora di capire come si gioca a Tranca.

Come nel nostro Burraco, anche nel Tranca si può giocare in due o in quattro giocatori. Le carte da utilizzare sono sempre i due mazzi di carte francesi – comprensivi dei jolly – e ogni giocatore riceve un ventaglio di 11 carte.

Le differenze fondamentali per quanto riguarda le due diverse modalità di gioco è il ruolo dei tre. Nel Tranca, infatti, queste carte hanno una grande importanza in base al loro colore.

I tre rossi devono essere obbligatoriamente giocati nel momento in cui lo si pesca (o se è già presente nel ventaglio della distribuzione) anche senza che siano accoppiati con altre carte. Per quanto riguarda i tre neri, invece, il loro utilizzo è molto particolare: possono essere utilizzati per bloccare il monte scarti, impedendo così al giocatore avversario di prelevarne le carte.

Anche il monte degli scarti nel Tranca è diverso da quello del Burraco. Il giocatore che non deve prenderlo tutto insieme, ma può scegliere la carta da prelevare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>