Regolamento internazionale: obbligo di Burraco pulito e uso delle pinelle

di pieroburraco 1

In ogni paese in cui si gioca al Burraco esiste un regolamento specifico. Proprio per questo è stato creato un regolamento internazionale, detto anche americano, che viene utilizzato in caso di competizioni al di sopra del livello nazionale.

Abbiamo già spiegato quali sono le differenze del regolamento internazionale rispetto a quello italiano, in questo articolo ci concentreremo su come influisce l’obbligo del burraco pulito nella gestione della partita e, soprattutto, nell’utilizzo delle pinelle.

Il regolamento internazionale prevede che prima di poter effettuare la chiusura la coppia debba aver realizzato almeno un burraco pulito e ciò, in primo luogo, porta sicuramente ad un allungamento dei tempi della partita e ad uno sfruttamento maggiore delle carte del tallone e del monte scarti.

Infatti, dal momento che non sempre all’interno del ventaglio ci sono carte che possono contribuire alla realizzazione del burraco pulito, si cerca di cambiare le carte fin dall’inizio, in modo da avere delle possibilità maggiori i costruire una scala che diverrà burraco.

In secondo luogo, bisogna fare particolarmente attenzione all’utilizzo delle pinelle. Vale sempre il suggerimento di usare pinelle dello stesso seme della scala che si sta realizzando, ma, soprattutto, l’attenzione va posta sul posizionamento della pinella.

Se si utilizza una pinella in una scala alta, ossia in una sequenza tipo Q, J, 10, 9, pinella, 8, sarà molto difficile avere le carte necessarie per far sì che la pinella divenga un due naturale.

Meglio, quindi, inserirle in scale basse che hanno maggiori probabilità di diventare dei burrachi puliti con l’allungo attraverso le carte che si pescheranno dal tallone o dal monte scarti.

Commenti (1)

  1. molto più intrigante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>