Conosciamo il Regolamento Internazionale del Burraco

di pieroburraco Commenta

Il Burraco viene giocato in diverse parti del mondo, non solo in Italia. E, come succede comunque anche nel nostro paese, in cui le regole possono variare in base alle diverse regioni in cui si gioca, lo stesso accade anche se si gioca a Burraco in un paese diverso dal nostro.

Ma, nelle competizioni ufficiali internazionale e nei vari siti on line che propongono il gioco del Burraco, vige un regolamento speciale, chiamato Regolamento Internazionale del Burraco. Pur essendo leggermente diverso dalla maggior parte dei regolamenti che esistono anche nel nostro paese, mantiene gli aspetti principali del gioco. 

Ovviamente, per poter fare una partita di Burraco secondo il Regolamento Internazionale è indispensabile conoscere almeno i principali punti di distacco dalle regole con le quali siamo abituati a giocare. Vediamo nel dettaglio le principali differenze:

1. Obbligo di burraco pulito. Per poter chiudere la partita di Burraco giocata secondo il Regolamento Internazionale è necessario aver composto almeno un burraco pulito.

2. Combinazioni. Secondo questo regolamento le combinazioni (scale di carte di eguale valore e di seme diverso) ammesse sono solo di Assi e Tre, non ci sono limitazioni sulle sequenze (scale di carte dello stesso seme in ordine di valore).

3. Monte Scarti. Nel Burraco Internazionale non è permesso raccogliere il monte degli scarti se il giocatore non può, poi, allungare un gioco preesistente o crearne uno nuovo, anche se per farlo non è necessario che utilizzi una o più carte delle carte raccolte.

Queste variazioni aggiungono delle piccole difficoltà al gioco del Burraco così come lo conosciamo e fanno sì che le partite giocate con il Regolamento Internazionale siano più lunghe rispetto alle partite tradizionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>