Le combinazioni nel Burraco Internazionale

di pieroburraco Commenta

Il Regolamento del Burraco Internazionale, che si può trovare in forma completa sul sito della Fibur – Federazioni Italiana Burraco, prevede che si possano calare solo combinazioni composte da tre o più Assi o 3, anche dello stesso seme.

Si tratta di una differenza notevole con il gioco che tradizionalmente si fa in Italia, che ha un motivo ben preciso. Infatti, nel Regolamento Internazionale è previsto che una coppia di giocatori possa chiudere la partita solo se ha realizzato almeno un burraco pulito.

Il fatto che le combinazioni possibili possano essere composte esclusivamente da Assi o da tre fa si che si renda più agevole ai giocatori la composizione del burraco. chiunque giochi a Burraco sa bene quanto possa essere difficile riuscire a creare un burraco, in quanto, per farlo, è necessario riuscire a mettere in sequenza sette carte, che molto spesso non arrivano o arrivano nel momento sbagliato.

La realizzazione del Burraco diventa ancora più difficile se una delle due coppie, o entrambe, ha iniziato a calare delle combinazioni che, inevitabilmente, soprattutto quando composte da carte centrali, assorbono la maggior parte delle carte necessarie allo scopo e anche se si hanno in mano delle sequenze che potrebbero diventarlo, spesso le si vede bloccate, o sporcate da una pinella, per mancanza della carta necessaria.

Ad esempio, se in mano abbiamo una scala tipo 5, 6, 7, 8, J di fiori, se la coppia avversaria ha calato una combinazione di 9 o di 10, sarà quasi impossibile riuscire a completare la sequenza e farla diventare un burraco.

Per questo nel Burraco Internazionale le sequenze sono previste solo di Assi e 3 – che fanno parte di quelle che vengono comunemente definite carte estreme – che sono carte che hanno un ruolo marginale nella composizione dei burrachi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>